Gaia Venuti

Business Woman & Creative Director

“Se mi arriva un’idea è perché deve essere sviluppata.”

Grintosa e affabile. Gaia ha seguito il profumo del vento. Il profumo della libertà facendo esattamente ciò che la rende felice. Dando forma a idee come Bahama Mama, luogo dedicato al benessere, alla cura di sé e degli altri. Un ambiente curato nei dettagli, negli oggetti e nei colori, che diviene precursore di quello che sarà il percorso di Gaia nell’interior design con Gaia Home Project. Un’esperienza di restyling dell’ambiente abitativo, ma anche una casa speciale in Grecia, dove accoglie amici e viaggiatori. L’uso del colore è forse il filo conduttore del suo linguaggio creativo che ha saputo trovare la strada per esprimersi anche nella gioielleria con Eroine999.

Cos’e per te la bellezza?

È uno stato mentale. È sentirsi vivi, liberi e potenti di poter ottenere quello che si vuole.

Gaia in tre parole: Un profumo, un colore, un sapore

Un profumo per me è il profumo del vento. Anche se non ha un vero e proprio odore è qualcosa che mi ricorda la libertà. Mi ricorda ogni giorno di essere esattamente quella che sono, e che posso essere dove voglio. Un colore, è il verde, mi ricorda la natura, la campagna da dove vengo. Un sapore è il piccante, in cucina, e nella vita.

Ti esprimi in tanti campi diversi. Qual è la parte del processo creativo che ami di più ?

La parte che amo di più è dare forma alle molteplici idee che ho in testa. È nel tentativo di incanalare le immagini che ho nella mente che nascono i progetti. Se mi arriva un’idea è perché deve essere sviluppata, il baco di seta che diviene farfalla. Questo per me è il processo più interessante.

Come nasce Eroine999?

Nasce perché avevo voglia di tornare a quando ero bambina. A quando guardando i gioielli di mia mamma mi dicevo, prima o poi gli avrò anche io. Nasce così, dall’idea di ritrovare una femminilità un pò più audace. Riportare in vita i sogni di quando ero piccola.

Un consiglio a te stessa.

È un consiglio che mi diede mio padre quando ero piccola e che tuttora porto con me ripetendolo come un mantra: Fai quello che ti rende felice. Se quello che fai non ti porta felicità, non è la strada giusta.

FANTAGIRL I AM THE WOMAN I AM is a project by Fantabody in collaboration with Vogue Italia.

The photographic project made in collaboration with Giustina Guerrieri, a young communication specialist who had always an interest in voicing real stories whilst exploring the boundaries of femininity.

An ode to the female body, regardless of its shape and skin colour. A research that promotes diversity as a starting point for addressing topics such as disability or immigration, which are approached with an inclusive, curious and prejudice-free attitude. Portrayed in her seductive uniqueness, every photographed subject has the opportunity to tell her story and reveal her nature with pride. An all-female collaboration where the protagonists are shot by selected female photographers and interviewed in the form of an intimate exchange of anecdotes and experiences.

The project is published monthly on vogue.it.

Fantabody Meets
Fantabody Meets
Fantagirl
Fantabody Meets
Fantabody Meets
Fantagirl
Fantabody Meets
Fantagirl
Fantabody Meets
Fantagirl
Fantabody Meets
Fantagirl
Fantabody Meets
Fantagirl
Fantabody Meets
Fantagirl
Fantabody Meets
Fantagirl
Fantagirl
Fantagirl
Fantagirl
Fantagirl
Fantagirl
Fantagirl
Fantagirl
Fantagirl
Fantagirl
Fantagirl

Customer care

Feel free to send us a message, we will answer as soon as possible!